www.nuovibambini.it

attività per genitori, insegnanti, educatori, operatori : a Bolzano, in via Napoli 2a
per appuntamento ed info 347.4215722 - 339.2453801

Bambini Indaco, Bambini Cristallo, Bambini Arcobaleno... Bambini vivaci, bambini cattivi, bambini geniali, bambini stupidi...
Bambini di ieri, di oggi.
Se hanno provato ad etichettare tuo figlio, se vuoi aiutarlo, se vuoi capire...



Chi sono i Nuovi Bambini?

L'ultimo decennio ci ha mostrato molte differenze tra i giovani di oggi e le persone delle passate generazioni.
Sono differenze che hanno creato, e continuano a creare, confusione e difficoltà nelle relazioni tra genitori e figli, tra educatori e studenti, tra colleghi di lavoro anziani e giovani.
In genere sono definiti Indaco, Cristallo, Arcobaleno, per la qualità cromatica emanata dalla loro aura, che alcuni sensitivi possono vedere. Si comincia ora ad indicarli come Bambini Olografici, per sottolinare le caratteristiche comuni, e la "matrice" di Unità che li identifica. A noi piace chiamarli, semplicemente, Nuovi Bambini.

NUOVIBAMBINI

L'attuale sistema scolastico, l'abitudine ad un tipo di educazione gerarchica, non sono più adatti a sostenere le loro NECESSITA' caratteriali, psicologiche, emotive, affettive, oltre che pratiche. Anche gli spazi pensati e dedicati sono obsoleti.

A peggiorare le cose c'è la tendenza a catalogarli come malati, o asociali, in quanto scomodi, ingestibili. Invece di trovare nuove vie di dialogo familiare, creare nuovi programmi di studio e - soprattutto - nuovi modi per appassionare alle materie scolastiche, si cerca di risolvere tutto SPEGNENDO CHIMICAMENTE il loro cervello. Che idea originale!
E se invece ci svegliassimo noi, cambiando il nostro ritmo?

Educare un bambino NON E' MAI STATO FACILE: qualunque genitore, non solo quelli odierni, posso testimoniarlo. La differenza è che oggi i ricatti (ti viene a prendere l'uomo nero... mangia o non ti faccio vedere la TV) e gli ordini che non abbiano una motivazione comprensibile ed esaustiva (studiate da pagina X a pagina Y... non camminare a piedi nudi) non fanno più presa!
Questi Nuovi Bambini sono in grado di non cadere nelle trappole alienanti in cui siamo caduti noi, oggi adulti. Hanno "geneticamente già comprese", perché le hanno ereditate, informazioni che noi ci siamo letti e studiati, che abbiamo esperito, e vogliono che gli sia passato "altro" o, almeno, in modo meno noioso.
La capacità di apprendimento dei Nuovi Bambini esula dalle "istruzioni per l'uso" dettagliate, lunghe e tediose. Questo può essere frustrante per genitori ed insegnanti, ma è emblematico della necessità di nuove opportunità educative.

Inoltre la maggior parte di questi giovani riesce a comprendere immediatamente l'onestà e il carattere delle altre persone, senza bisogno di aver studiato psicologia... Hanno una sensibilità estremamente sviluppata, che permette loro di individuare menzogna, incoerenza, affidabilità, di chi li sta incontrando. Genitori compresi.
Una "abilità" naturale che, se soffocata, censurata, come accade il più delle volte, renderà i Bambini incapaci, in seguito, di distinguere gli amici dai malintenzionati.

Normalmente, nelle classi di adulti, a cui insegno, noto quanto sia difficile mantenere un grado di attenzione elevato, ed una postura continua, per un tempo superiore ai 40 minuti. Per ottenere una certa qualità partecipativa, occorre agire con input differenti (diapositive, suoni, toni di voce, oggetti, sperimentazioni, paragoni calati nel quotidiano, momenti di ascolto interiore, dialoghi, provocazioni..), in grado di contrastare ernie, preoccupazioni, dipendenze da caffè, sigarette e cellulari immancabilmente accesi.

Per i Bambini, rimanere attenti, senza annoiarsi, e fermi, incollati alle sedie, è ancora più difficile.... Ricordiamoci sempre che "vedono le cose diversamente da noi", fosse anche solo per la diversa altezza, in centimetri, che ci differenzia (provate ad osservare il mondo mentre siete in ginocchio).
I Nuovi Bambini vivono la realtà scontrandosi con le nostre regole. E perché mai dovrebbero accettarle, quando non piacciono nemmeno a noi? Quindi:

PAURA DEI BAMBINI

possiamo obbligarli ad integrarsi forzatamente, come noi, quindi anche drogandoli e spegnendo la loro personalità;

oppure possiamo individuare - attraverso le loro difficoltà e "trasgressioni" alle nostre regole - cosa sia possibile modificare, rinnovare. Un processo di trasformazione utile a liberare anche noi stessi da convenzioni (e convinzioni) obsolete.

Infine: non è vero che il loro quotidiano è fatto solo di violenza e di rabbia, di dipendenze da sostanze stupefacenti, di tendenze suicide e di depressione.
E' vero che la maggior parte delle istituzioni non riesce ad essere d'aiuto, perché parte da preconcetti, pregiudizi e protocolli rigidi, radicati nel passato. Le famiglie in difficoltà guardano dove gli "esperti" indicano, ma il più delle volte .... è come cercare di camminare in avanti con la testa rivolta indietro: non è scomodo, inutile e persino pericoloso?

Gisella Cannarsa



 

 


A.I.O.DI.BI.N.
è la nostra Associazione:
nel Settembre 2007 ha organizzato il primo congresso italiano sulla tematica Indaco, portando informazioni e aiuti pratici, di immediato utilizzo per i genitori e gli educatori, che hanno seguito corsi formativi per individuare alcuni cliché nelle relazioni, e ottenere indicazioni su come intervenire con il sostegno di rimedi non invasivi (colori, suoni, cristalli, omeopatici, vibrazionali, ecc.).

Qui un breve resoconto della settimana

STARCHILD



PERCHE' "INDACO"?

Il colore indaco fa parte della luce visibile, e la sua lunghezza d'onda è compresa tra da 430 a 465 nm (nanometri): tra il blu e il viola.

PRISMA

Come colore RGB, corrisponde al codice 73,0,130

Indaco è anche il colorante di origine vegetale, già noto in Asia 4.000 anni fa.
indaco
la formula dell'indaco

L'indaco è il colore che vediamo la sera, prima che il cielo diventi buio, e la mattina, quando il sole sta per sorgere.

colore indaco

E' quindi un colore che fa parte della nostra vita, ma che notiamo e usiamo meno di altri. In cromoterapia la sua caratteristica è di essere indossato da persone riservate e aiuta chi sia teso e nervoso.

Alcuni sensitivi, che vedono l'aura (i corpi sottili che abbiamo, oltre al corpo fisico), anni fa, affermarono che in alcuni bambini era prevalente il colore indaco.
Quegli stessi bambini manifestavano caratteri-stiche simili tra loro, e diverse dai bambini che non avevano l'indaco nell'aura.

Le generazioni successive, sempre secondo alcuni sensitivi, hanno poi presentato un ulterioriore mutamento nell'aura, arrichitasi di bagliori cristallini e sfumature contenenti tutti i colori dell'arcobaleno, con prerogative caratteriali e comportamentali, nonché talenti, che per la nostra società sono come un terremoto.

La moda di citare il colore prevalente dell'aura, (tutto da verificare), considera anche passaggi graduali da una "colorazione/caratteristica" ad un altra.
- I primi gruppi significativi di "Anime trasgressive" sono comparsi negli anni '70, ma prima di loro individui sparsi, definiti "anime viola", hanno certamente preparato il terreno, a partire dagli anni 50 e 60 (ricordate i Figli dei Fiori?) ai futuri cambiamenti...

A parte il fatto che sia vero o meno che ci sia un colore che spicca, in questi Esseri, tutti i bambini, gli adolescenti e molti giovani adulti,  catalogati come Indaco, Cristallo, Arcobaleno, Hathor, Figli delle Stelle, ecc, e più genericamente raggruppati come "Indaco", presentano,  sensibilità e talenti, ma anche disturbi (dislessia, disgrafia, intolleranze alimentari, allergie), che prima non si conoscevano, che li rendono assolutamente inadeguati al tipo di insegnamento ed educazione che si tende a imporre tutt'ora.
Noi comunque preferiamo chiamarli "Nuovi Bambini".


Possiamo "diventare" Indaco? Questa smania, che riscontriamo in alcuni adulti, non deve corrispondere al bisogno di essere in un branco per ritenersi "diversi e importanti", cioè vestire un'etichetta. Ogni individuo è importante per la sua precisa diversità.
Il dubbio che "essere Indaco" sia una occasione per sentirsi meno soli, lo abbiamo.
Nel congresso del 2007 affrontammo il problema del senso di separazione, di solitudine, che coinvolge molte persone: imparare a sentirsi perfettamente giusti nel posto giusto, in qualsiasi momento, per fare la propria parte, richiede tanta fiducia, impegno, Amore.
A ognuno di voi auguriamo, quindi, tanto Amore e senso di Ben Essere.

 




DHARMA soc. coop. ed  AIODIBIN    organizzano:

. piccoli corsi, dedicati ai genitori, per scoprire inseme gli imprinting legati alla nascita e indicare loro come risolvere piccoli problemi attraverso un uso corretto di colori, oli essenziali e vegetali, rimedi vibrazionali, persino soluzioni di arredamento;
. corsi dedicati agli educatori, per inserire correttamente tecniche alternative come supporto al proprio lavoro.
. corsi per gli operatori, dove imparare le caratteristiche e l'applicazione dei più interessanti rimedi vibrazionali ora disponibili, dedicati ai Nuovi Bambini e alle problematiche che lamentano i loro genitori.




ALCUNI ARGOMENTI DEI CORSI E INCONTRI CHE ORGANIZZIAMO

L'IMPRINTING DELLA NASCITA

Il periodo fetale e quello del travaglio influenzano il futuro modo di vivere: la fretta di nascere restituisce una vita fatta di ritmi frenetici e atteggiamenti impazienti; la gravidanza inattesa può essere codificata dal bambino come un rifiuto a tutto tondo, ecc.
Rielaborare la propria nascita, o ripercorrere quella dei propri figli, può aiutare ad individuare il "momento chiave" in cui è cominciato un problema, per elaborarlo consapevolmente e risolvere gli schemi annessi.

Il corso è certamente d'aiuto per comprendere come vivere - e cosa evitare - nei nove mesi di attesa...

 

AROMATERAPIA

Gli oli essenziali aiutano il rilassamento, la circolazione sanguigna, la decontrazione muscolare; agiscono sulla respirazione, sulla pressione, sull'umore. Alcuni hanno proprietà antibatteriche, antivirali, antimicotiche, antinfiammatorie.
Se usati in modo improprio possono essere caustici, chiazzare la pelle, favorire l'asma nei bambini, l'epilessia in chi sia predisposto. E nella gravidanza è meglio evitarne alcuni.
Per i bambini sono indicati solo pochi aromi specifici, diluiti in oli vegetali ed altri vettori, in dosi infinitesimali.

 

INDIGO ESSENCES

I rimedi vibrazionali creati da Ann Callaghan, omeopata irlandese, nostra amica e socia onoraria, sono nati per i problemi dei Nuovi Bambini e degli Adulti, magari bambini un po' cresciuti.
Sono quattro repertori, veramente interessanti, adatti a situazioni emozionali precise, compresi bullismo e paura degli esami: massaggiati sulla pancia, spruzzati nell'ambiente, poggiati vicino al letto, fanno effetto senza essere ingeriti.

 

MANDALA

Presenti in molte culture antiche, studiati a fondo da Jung, sono simboli resi espliciti alla vista e riflettono, come uno specchio, l’ordine interno della persona.
Aiutano quindi a decodificare gli stati d’animo e inducono l’armonia interiore. Stabiliscono un ottimo ponte di comunicazione tra bambini e genitori, si rivelano per fett i per decodificare se stessi e ritrovare il proprio equilibrio.

 

REIKI

Reiki (Rei + ki) è un modo di gestire l'energia personale. Una coccola, un sostegno, un appuntamento con l'equilibrio: tecnica ormai entrata negli ospedali più attenti alle esigenze dei degenti, non ha controindicazioni, non richiede attrezzature né caratteristiche personali, per usufruirne. Basta anche solo una mano!
E' un ottimo aiuto per mamme in attesa, mamme stanche per il parto, neopapà in carriera, ed è perfetto per aiutare i Bambini nella sovreccitazione, dopo un incubo, nei piccoli traumi...

 

Per le altre info telefonate al n. 339.2453801 o scrivete ad info@aiodibin.org